Skip to main content

Il trinomio vincente

Pellet Italiano Tan Pil

Tecnologie avanzate, accurata manutenzione e pellet di Alta Qualità

Le frontiere dell’innovazione tecnologica stanno portando nelle case dei consumatori stufe e caldaie sempre più efficienti. Hanno alto rendimento termico, minima necessità di manutenzione ed emissioni che vanno da poche decine di grammi a valori prossimi allo zero. Tuttavia, se non si fa una corretta manutenzione e se si utilizza pellet di bassa qualità queste performance vengono disattese.

Un pellet di qualità scadente riduce il rendimento termico, aumenta il consumo di biomassa a parità di calore prodotto, costringe ad utilizzare l’apparecchio a potenze più alte.

Per quanto la stufa o la caldaia sia Hi-tec e ben manutesa, un pellet scadente porterà comunque ad un aumento delle emissioni a danno dell’ambiente. Produrrà anche più  fumi e ceneri a danno dell’onere della manutenzione. In definitiva acquistando pellet di bassa qualità quello che risparmiamo nell’immediato nel tempo si traduce in un maggior costo per la salute di tutti e per le nostre tasche.

Considera, se del caso, di sostituire il tuo apparecchio di riscaldamento con altri tecnologicamente più avanzati, fai una corretta e costante manutenzione e, soprattutto, usa sempre Pellet di Alta Qualità, conoscerai il risparmio nel suo vero significato.

Conosci il nostro Pellet di Alta Qualità, contattaci

Lasciamo un’impronta ecologica sostenibile

impronta ecologica sostenibile

Riscaldare la propria casa utilizzando il pellet come combustibile è una scelta che mette insieme economia ed ecologia, una scelta che riduce la pressione sulle risorse esauribili, sull’ambiente e sulle tasche del consumatore.

Perché allora non pensare di sostituire il vecchio impianto di riscaldamento con una caldaia, una stufa o un termocamino a biomassa? Se state valutando questa possibilità sappiate che potreste utilizzare gli incentivi del conto termico.

Il GSE –il garante e il promotore dello sviluppo sostenibile del Paese – fra gli incentivi messi a disposizione dal conto termico per sostenere l’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni, consente ai privati di avere rimborsate le spese per acquistare anche stufe e caldaie alimentate a pellet per sostituire i vecchi impianti.

Un rimborso che a differenza di altri incentivi non viene erogato come detrazione fiscale ma si materializza come bonifico sul proprio conto corrente. Se vuoi saperne di più scarica il documento GSE “Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti o di riscaldamento delle serre e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa, unitamente all’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore nel caso di impianti con potenza termica utile superiore a 200 kW (intervento 2.B – art. 4, comma 2, lettera b)” troverai tutte le informazioni di dettaglio.